Eataly e Biofficina Toscana:<br/>quale legame?

L’obiettivo che Eataly si pone è provare a percorrere una nuova via nel sistema della distribuzione alimentare e della commercializzazione dei migliori prodotti artigianali, ispirandosi a parole chiave quali sostenibilità, responsabilità e condivisione” queste la parole da “Il Manifesto di Eataly” con cui Eataly si racconta.

Eataly è oggi il più grande centro eno-gastronomico del mondo nato da un’idea di Oscar Farinetti di riscoprire la cultura del cibo italiano valorizzando le eccellenze locali  a prezzi sostenibili e  perseguendo sempre la qualità, la specificità italiana in una riscoperta delle radici enogastronomiche sullo stesso filone culturale di “Sloow Food[1] di Carlo Petrini per cui “un alimento deve essere organoletticamente buono, sostenibile dal punto di vista ecologico e giusto dal punto di vista sociale, all’insegna della ricerca di un piacere alimentare responsabile”[2].

“L’intento  di Eataly è quello di incrementare la percentuale di coloro i quali si alimentano con consapevolezza, scegliendo prodotti di prima qualità e dedicando una particolare attenzione alla provenienza e alla lavorazione delle materie prime[3];

in un percorso che porta da un lato a dare spazio e fiducia alle piccole aziende italiane, il cuore della nostra economia come il fondatore sembra sapere bene, e dall’altro a sviluppare un sistema di didattica ed approfondimento di  quanto viene venduto ad Eataly per un “consumo consapevole”.

All’insegna di tali obiettivi Eataly, nato a Torino con il primo punto vendita nel 2004 si è poi sviluppato aprendo altri punti vendita nelle principali città italiane (Bologna, Genova, Roma e presto anche Bari e Firenze)ma anche all’estero (Giappone Usa), fecendosi così portavoce  e simbolo della “qualità ed eccellenza italiana”.

Sempre secondo gli stessi principi e la filosofia che lo caratterizzano Eataly, dopo il food di alta qualità a prezzi sostenibili perché tutti possano conoscere ed apprezzare le specificità italiane, si apre anche al mondo della cosmesi ecobio  e contatta una piccola e giovane azienda italiana che fa della ricerca di pregiate materie prime locali per la formulazione di prodotti in cui si sposano artigianalità e scientificità un suo tratto distintivo: Biofficina!

Siamo lieti di comunicare che i prodotti di Biofficina Toscana dalla fine di questo mese saranno presenti ad Eataly: prima ad Eataly Roma, poi ad Eataly Bari (apertura il 31 luglio alla Fiera del Levante) ed in seguito anche a Firenze, Torino, Milano ecc.

eataly3Noi di Biofficina siamo onorati di essere stati contattati da una grande realtà economica italiana come Eataly che però ricerca, scopre ed investe nel piccolo di qualità, per valorizzare quelle specificità locali italiane tanto decantate ma troppo spesso dimenticate nei fatti, per rendere merito e far conoscere non quanto già noto ma quanto viene ritenuto valido alla luce delle specifiche caratteristiche e della qualità sempre con una particolare attenzione all’ambiente!

Una qualità perseguita da parte nostra a partire dalla singola materia prima fino alla formulazione del prodotto finito con specifiche caratteristiche in un percorso da cui emerge quell’originalità che noi di Biofficina  pensiamo nel nostro piccolo di avere, così come ce l’hanno tante altre piccole aziende italiane che lavorano e operano con cura, valori e sacrifici per  realizzare qualcosa in cui credono realmente!

Ringraziamo Eataly per apprezzare e valorizzare tutto questo, rappresentando quella piccola Italia che esiste e lavora correttamente, con etica e passione , costituendo nell’insieme quel  “made in Italy” da conoscere e far conoscere perché la creatività del piccolo e le specificità locali sono sempre state una ricchezza per l’Italia e una risorsa da valorizzare e perché…”tutto questo serve a far del bene al nostro Paese (…) Non esiste un imprenditore vero che ha combinato delle cose buone nella vita che non abbia dietro un retroterra di grandi valori”[4] come sostiene lo stesso Oscar Farinetti fondatore di Eataly!

 

[1]Cfr.  http://www.slowfood.it/ 

[2] Cfr. http://www.eataly.it/index.php/mondo-eataly/chi-siamo/

[3]Cfr.  Ibidem.