L’ estratto brevettato Uviox, che ritroviamo nei prodotti della nostra linea, è un potente concentrato di sostanze antiossidanti regalateci dalla Natura e ottimizzate dalla sapienza e dalle conoscenze dell’uomo.

L’autunno in Toscana è un periodo di grande fermento per l’attività che si svolge nei vigneti e negli oliveti, due coltivazioni molto presenti e importanti sul territorio.

Proprio durante questo periodo dell’anno ci siamo rivolti ad un’azienda bio – “Le Boncie” nel Chianti senese – per beneficiare di queste vere e proprie ricchezze locali, utilizzando le vinacce come materia prima per la creazione di uno dei nostri estratti: Uviox.

Dell’azienda e della sua storia vi parleremo diffusamente in un prossimo articolo, parliamo adesso invece di come viene creato questo estratto antiossidante, iniziando col dire che è un processo brevettato dall’Ateneo di Bologna, creato e messo a punto dai giovani ricercatori di Phenbiox, che questa volta hanno realizzato l’estratto esclusivamente per noi… e per voi.

uviox estratto antiossidante

L’ingrediente principale di questo estratto antiossidante sono le vinacce, residue dal periodo di fermentazione dell’uva nei tini. Cosa sono nel dettaglio le vinacce? Quando l’uva viene raccolta durante la vendemmia viene asportato anche un po’ del rametto con cui si attacca al tronco della vite, per questo motivo il primo passaggio che di solito compie il grappolo è quello nella diraspatrice, che elimina le parti legnose. I chicchi d’uva vengono quindi successivamente messi nei tini dove avviene la fermentazione per almeno per 5 giorni. Durante la fermentazione gli zuccheri si trasformano in alcool e quello che era semplice succo d’uva diventa vino.

Una volta esaurita la fermentazione le vinacce, diventate materiale di scarto agroalimentare, sono usate a volte per fare la grappa, a volte come concimante..oppure come nel nostro caso diventano un estratto antiossidante portentoso e brevettato.

Vediamo nel dettaglio come avviene questo processo: le vinacce vengono sminuzzate in piccoli pezzettini per aumentare la superficie di contatto tra la materia prima e l’acqua (l’unico solvente usato), alla miscela viene aggiunto un pacchetto enzimatico che contiene 6 diverse attività enzimatiche di tipo idrolitico sulle quali non possiamo dirvi nulla di più.. dopo tutto questo è un principio attivo brevettato e innovativo, no?

A condizioni di temperatura e pH controllate avviene quindi la digestione enzimatica per circa 24 ore.

Le vinacce alla fine di queste 24 ore si sono in parte degradate, la frazione più lignea e coriacea viene filtrata e si ottiene un bioliquefatto che ha la caratteristica di avere – a differenza di un normale estratto – tagli molecolari più bassi , più biodisponibili e quindi “pronti all’uso” per la pelle.

Il bioliquefatto viene quindi inserito in pratiche bag-in-box che aiutano nella perfetta conservazione poiché proteggono dalla luce e dall’ossigeno.

TinoUviox viene utilizzato nella linea Biofficina Toscana : nell’Emulsione viso antiossidante, nel Fluido corpo al miele e nella Crema antiossidante dopobarba dove assicura un elevato potere antiossidante grazie all’elevata solubilità in acqua ed alla stabilità dei biofenoli che lo compongono… Ma prestissimo sarà inserito, ad alte concentrazioni, anche in un nuovo prodotto!

Le molecole contenute in UVIOX® sono anche attive nell’inibizione delle metalloproteinasi MMP2 responsabili della degradazione del Collagene e di altre proteine come l’elastina.

Un estratto versatile e ricco di sostanze benefiche per preservare la nostra pelle da tutti quelli che sono gli stress ossidativi che portano alla rottura della parete cellulare e al degradamento quindi della stessa. Risulta quindi ideale nei prodotti antirughe e per proteggere la pelle dai danni indotti dall’esposizione al sole.

La natura e la cosmesi ecobiologica di Biofficina Toscana offrono i sistemi migliori per prendersi cura della propria pelle in modo sicuro, rispettoso dell’ambiente e all’avanguardia con le migliori tecnologie brevettate.